home

# taccuino # bibliografia # biografia # video # foto/disegni # 5 brani # links # guestbook # forum # supporta!


Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle ultime pubblicazioni


Usa questo menù per muoverti all'interno del sito



Diffondi questo
bannerino sul tuo sito. Cliccaci sopra per vedere come fare.

Libera il Bukowski che è in te...



Add to Technorati Favorites

Add to Netvibes



Deprecated: Function eregi() is deprecated in /membri2/bukowski/cutenews/show_news.php on line 21

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /membri2/bukowski/cutenews/show_news.php on line 41

Provarci Sempre

Pensieri

Quello che mi frulla stasera per la testa è questo...Provare, provarci sempre, a qualunque costo. Che poi a volte non costa tanto...solo un tuffo nel vuoto; Che fa paura certo, ma è da questo che sono attratto.
Non che io sia un pavido guerriero, anzi, tutt'altro...timido e preoccupato...mi rendo conto che è proprio questo quello di cui ho bisogno. Di annientare la routine del cazzo che mi lega a questa vita. Di urlare addosso agli ipocriti che non rischiano niente (in cambio di niente). Spaccare i coglioni alle persone "per bene", perchè fanno schifo quanto noi...come noi...immersi nella melma delle faccende quotidiane. E poi inizi a capire perchè le sigarette esiteranno sempre (per fortuna). E capisci perchè l'alchool esisterà sempre (per fortuna). Ma poi ti ritrovi a dovere accetare "gli altri"...i diversi da te, che credi di sapere tutto, di avere capito tutto.
11/09 | di | autore





Permessi

Racconti

Suonò la sveglia. Scaraventai il telefonino dall'altra parte della stanza.
Non passò molto tempo quando il telefonino riprese a squillare.
Decisi così di svegliarmi. Erano precisamente le 7 in punto.
Andai in bagno, mi lavai la faccia di cazzo e cercai di togliere tutte le odiose schifezze verdi dagli occhi gonfi e stravolti. Semplice routine.
Andai in cucina, misi su il caffè e mi appollaiai sulla poltrona.
Accesi la Tv e il papa apparve sullo schermo con la sua faccia ipocrita.
Il servizio diceva: “IL PAPA PROCLAMA LA SUA IDEA DI POLITICA. PIU' UOMINI CATTOLICI IN POLITICA. HANNO PIU' BUON SENSO”.
La giornata iniziava malissimo.
15/09 | di | autore





Consigli di vita

Aforismi

L'importanza della vita è curarsi fisicamente e socialmente. Curarsi ed amarsi ma non tanto da rendersi idoli di se stessi.
15/09 | di | autore
| (0) | (41)





L'amore

Aforismi

La medicina di tutte le malattie non esiste. Esiste invece la medicina di ogni manifestazione depressiva.
15/09 | di | autore
| (0) | (35)





Consumismo

Aforismi

Tutto consumismo;
come il fiume, scorre veloce va’;
molte cose trasporta e il tuo cervello va’ e
presto annegherà!

Acqua alla gola!
Acqua alla gola!

molte cose trasporta e presto il tuo
si porterà!
15/09 | di | autore
| (0) | (44)





vivere o esitere???

Appunti di viaggio

Fa freddo. Apro gli occhi e subito sono proiettato in questa nuova giornata. Ho capito perchè ho freddo. Ho dormito in questo parco, cazzo. Non ricordo quasi nulla di ieri sera, ed ho un tremendo mal di testa. Sono anche un po' incazzato con me stesso, non si puo' finire una serata in questo modo. Raccatto i miei stracci e cerco la via d'uscita. Scavalco il cancello ed eccomi nelle strade tristi e bagnate della periferia milanese. Sono abbastanza conciato. I pantaloni sono sporchi di fango, anche il bomber, e da come mi guarda la gente per strada anche la faccia non è messa bene. Nelle tasche trovo un pacchetto di sigarette.... è vuoto, no anzi, ce' ne una mezza . Il mezzino che fa puzzare il pacchetto di solito, ora non svolge il suo compito perche' il pacchetto e' stato spinto a morte certa in mezzo alla strada.
Aspiro il poco tabacco a mia disposizione mentre cammino con passo stanco verso la stazione. Entro nel cesso, una latrina infernale. Piscio, lascio quel poco che è rimasto nel mio stomaco in un paio di conati di vomito. Mi guardo allo specchio, ho un apsetto terribile.... normale. La vita non ti da il tempo di vivere, solo di rassegnarti. Con un po' di fortuna riesco a tornare a casa, un bel viaggio silenzioso nei comodi cessi della nord.
Sento ancora nelle narici rimasugli di anfetamina presa la sera prima, bruciano ancora un po'. Tornato a casa metto su un po' di musica e mi faccio una doccia calda mangiucchio qualche cosa trovato in frigo insieme a un po'di pane secco, di tre giorni fa.
Corro in un supermercato e compro qualcosa:

BIRRA CALSBERG SCONTO DEL 40% EURO 0.79

MELE EURO 1.20 KG

BURRO ......

eccetera eccetera eccetera......

Mi ingollo 2 calsberg in un minuto, seduto in piazzetta. mi rimane una bottiglia di brandy di quarta categoria. Quanto è difficile esistere.....
17/09 | di | autore
| (0) | (48)





Agnello del caso

Racconti

1

Guardò la l