home

# taccuino # bibliografia # biografia # video # foto/disegni # 5 brani # links # guestbook # forum # supporta!


Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle ultime pubblicazioni


Usa questo menù per muoverti all'interno del sito



Diffondi questo
bannerino sul tuo sito. Cliccaci sopra per vedere come fare.

Libera il Bukowski che è in te...



Add to Technorati Favorites

Add to Netvibes



Deprecated: Function eregi() is deprecated in /membri2/bukowski/cutenews/show_news.php on line 21

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /membri2/bukowski/cutenews/show_news.php on line 41

fontane impazzite

Poesie

fontane impazzite
mi calpestano di notte
fedifrago quanto basta ad accarezzare
tonalità mi rivedo in giorni
di trepida calma
il balcone ha più ruggine e gli occhiali
sarebbero da pulire
domani
con la calma piatta di un recensore
01/12 | di | autore





La nuova era

Appunti di viaggio

Ho finito di autoflagellarmi. Ho finito di trovare colpe che neanche ho. Ho finito di rotolarmi tra le mie scuse e i miei macrabi pensieri. Non affoghero' piu' nel mare di lacrime, vomito e piscio. Alzo la testa, guardo avanti.
29/11 | di | autore





california regga music

Racconti

guardala. ha quegli occhi profondi, dolci, scavati e tristi ai quali non so resistere.. non balla, forse anche lei non sopporta questa regga music e tutta questa ostentata felicità californiana, a me il sottofondo ricorda solo recenti serate pessime e sbronze ancora peggio. forse è qui come me, più per caso-trasportata, che per scelta. troppa gente vuole "divertirsi" a tutti i costi.
28/11 | di | autore





“Dovresti scrivere un Libro…” (e tu dovresti pisciare sul bancone di un bar)

Poesie

Questa notte ho scoperto
Che la mia anima non è fatta di whisky;
dovrei vivere con la mia borsa
lasciando perdere la mia istruzione pagata a rate.
Infondo ci tengo alla mia vita
Ma la lascio costantemente sul filo del rasoio
O nel comodino.
28/11 | di | autore





l'amore è come una clessidra

Aforismi

L’amore è come una clessidra
che fluisce dal cuore verso il basso.
Col passar del tempo il cuore si svuota
e le palle si riempiono.
sad
29/11 | di | autore
| (0) | (13)





ORGASMO DI ESISTERE

Pensieri

L'arte è dire in poche parole qualcosa di complesso e lo stile è il braccio
dell'arte,senza stile puoi urlare la mondo le verità assolute ma nessuno
darà peso al tuo farfugliar meticcio.
Sono cotto dalle bevute ed essere un ubriacone da un vantaggio: l'orgasmo esistenziale.
27/11 | di | autore





Il cerbero dagli occhi doro

Poesie

Salgo le scale.
Due voci rimbombano
Nel corridoio vuoto. E freddo di Novembre.
Parlano d'un ubriacone.
Di uno sporcaccione che si masturba sul balcone.
28/11 | di | autore





CHIODI DORATI

Poesie

Segni loquaci dei tempi che furono,
passeggio brullo tra i salici marmorei,
estraggo gocce d’Italia da un povero leccio,
poi mi volto,guardo,annuso,urlo,
poi convolgo su me stesso
godendo dell’ultima goccia
di un bicchiere ormai vuoto.
27/11 | di | autore
| (0) | (18)





Bad Boys (runnin' wild)

Appunti di viaggio

I Lynyrd Skynyrd dicevano sempre “Fare tutto, farlo in fretta e morire giovani” e questo era anche il nostro motto.
Ricordo ancora tutte le cazzate che facevamo anche a rischio di restarci secchi e più c'era rischio, più ci piaceva; la scarica adrenalinica era incontenibile e dispensava euforia all’inverosimile.
26/11 | di | autore





Mai stata meglio.

Racconti

Era una giornata di quelle strane. Di quelle in cui non comprendi se fa caldo o se fa freddo. Così mi vestii a strati. Dei fuseaux neri stretti, delle calze leggere, una minigonna nera, gli stivali neri alti fin sotto al ginocchio, una canottierina nera, la felpa nera col cappuccio che tanto mi piace. Poi misi nello zaino due bottiglie di Montepulciano d'Abruzzo, un bicchiere di plastica riutilizzabile, dei fazzolettini di carta, un block notes, un libro preso da poco, una penna nera, una coperta azzurra, un cavatappi ed il giubbettino rosa. Chiusi lo zaino alla meglio. Mi misi gli occhiali da sole e la sciarpa. Mi munii anche di un paio di guanti, di quelli senza le dita ed uscii di casa. Mi diressi per prima cosa verso la biblioteca. Salutai Corrado, il bibliotecario, e parlai un po' con lui. Si accorse che non era una delle giornate migliori, così cercò lui un libro per me...eheh...lui sa cosa mi piace e mi diede da leggere, per l'ennesima volta, "donne" di Bukowsky. Strizzai l'occhio e me ne andai.
27/11 | di | autore





Il baco da seta

Poesie

Qui chiuso tra quattro mura di seta
tessute con mestizia.
25/11 | di | autore





Malinconicamente patetico.

Poesie

Sono qui pensando di poter fare quello che non posso fare,
mi illudo di poter scrivere qualcosa su di te, qualcosa di vero.
E' così forte la nostalgia, pochi momenti dopo che te ne sei andata, come sempre.
Percorrerei migliaia di chilometri dentro la nebbia per riempirti ancora una volta, per nascondermi nel caldo rifugio del tuo corpo e della tua anima.
25/11 | di | autore





Il genio

Racconti

Quando incontrai henry pensai che fosse uno scherzo della natura. Il suo aspetto da paciocchino in miniatura coi baffi parlava chiaro. Non superava il metro e sessanta e aveva occhi piccoli e tinti di azzurro che irradiavano una sorta di luce di speranza. Occhi allegri. Era l'unica cosa che di bello avesse il suo aspetto.
24/11 | di | autore





uno strano risveglio

Racconti

Apro gli occhi, è una cazzo di giornata di questo strano secolo, una delle tante, non esistono più le stagioni, né giorni, né mesi, il tempo si fa i cazzi suoi, un po’ piove, un po’ fa freddo, poi c’è il sole, troppo caldo. Non so come vestirmi, resto nudo, fa freddo, mi alzo, metto su il caffè e giro uno spinello. Bevo il caffè, accendo lo spinello, faccio due grandi tirate, comincio a sudare, ora c’è il sole, fa caldo. Il fumo è buono e mi dà alla testa, il caffè mi scioglie lo stomaco, vado al cesso, mi siedo sulla tavoletta e ne faccio uno da 1 chilo, mi pulisco e tiro lo sciacquone. Stremato dallo sforzo e dal caldo, mi ficco sotto la doccia, l’acqua è gelida, batto la testa e scivolo giù privo di sensi.
24/11 | di | autore





masturbazione

Pensieri

cammino per il garage con la gatta sulla spalla. si mette a rognare. la lascio saltare a terra e lei inizia a divincolarsi tra le mie gambe. penso: mio padre sta diventando pazzo. mangia psicofarmaci e si lamenta del cibo. ora sta zitto sempre. dorme con la testa sul tavolo e beve meno vino del solito. io lo guardo. lancio del disprezzo misto a disapprovazione e tristezza e scappo dalla tavola. mia madre gioca ai videogames ed ormai ha perso il lavoro. io non ho lavoro. mio padre lavora ed è come uno zombie ormai. mia sorella lavora ed esce sempre di casa. beata lei. lei si è cuccata il meglio della vita e del dna: è fica, ha gli occhi azzurri, è alta, ha un lavoro fisso (6 ore al giorno...mica 8) e scopa sempre. io: non sono niente di che, magari scopabile, poi dipende dalla condizione di chi mi vuol scopare, occhi verde/giallo/marrone, niente lavoro e scopo se capita. e non sono tanto alta. normale. 165. 1-6-5-c-m. e neanche fossi tanto a posto.
21/11 | di | autore





precedente - successiva

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126

Content Management Powered by CuteNews

 

# taccuino # bibliografia # biografia # video # foto/disegni # 5 brani # links # guestbook # forum # supporta!
Creative Commons License A cura di .:: GraficaMente.net ::. Altri siti di interesse culturale: Vinicio Capossela | Grande Fratello