home

# taccuino # bibliografia # biografia # video # foto/disegni # 5 brani # links # guestbook # forum # supporta!


Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle ultime pubblicazioni


Usa questo menù per muoverti all'interno del sito



Diffondi questo
bannerino sul tuo sito. Cliccaci sopra per vedere come fare.

Libera il Bukowski che è in te...



Add to Technorati Favorites

Add to Netvibes



Deprecated: Function eregi() is deprecated in /membri2/bukowski/cutenews/show_news.php on line 21

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /membri2/bukowski/cutenews/show_news.php on line 41

L'amore è come una scoreggia

Racconti

Uscii di casa verso mezzanotte. Il sonno non voleva saperne di arrivare,così decisi di scendere a comprare le sigarette. Presi una bottiglia di vino nuova ed entrai nell’ascensore. Uscii dal mio condominio.
21/11 | di | autore





Milano-Stazione Centrale

Racconti

è domenica, pomeriggio tardo. sto aspettando. alla stazione centrale. milano. odio milano. che bruci milano. che il cielo si illumini di gas e di fiamme alte come i palazzi. i palazzi di milano. si ergono stupidi e pieni della loro cementificata superiorità. mi stappo una birra. mi siedo appoggiando la schiena ai muri della stazione, seduta su un grosso gradino. dentro non ci voglios tare. è pieno zeppo di pubblicità assurde della D&G. le donne hanno delle stupide facce immobili. sembrano delle statue senz'occhi. tanto il treno l'ho perso. mi suona il telefono. bene, mi vengono a prendere. allora starò qui ad aspettare, guardando la gente passare. i profeti della debolezza stanno al loro banchetto giallo e rosso. odio tutti i seguaci di dianetics, odio i loro libri. i loro sorrisi. mongoli, vi siete fottuti il cervello. ve l'hanno strizzato bene, più del vostro portafogli, in nome di una falsa chiesa/scienza.
20/11 | di | autore





Valentina calde chiappe

Appunti di viaggio

Valentina….. il ricordo di lei è ancora vivo e scalpitante dentro di me; ogni giorno, ogni ora, ogni istante trascorso con lei sono impressi dentro me, marchiati a fuoco nella mia anima in modo indelebile. Era fantastica…. passavamo ore ad amarci, fino a sfiancarci, fino a stare male, senza fiato, zuppi di sudore ma felici e soddisfatti. Ricordo ancora una sera che avevamo appena fatto l’amore; mi voltai supino, ansimante, a guardare il soffitto, mentre lei, stremata, aveva già gli occhi semichiusi….
19/11 | di | autore





ALCOOL

Pensieri

ed allora visto che non esisti più
io bevo , bevo almeno ora
da domani il mio cervello sarà nelle mani di altri
ma ora bevo .bevo e piango
neanche le lacrime riescono a scalfirmi
neanche la pioggia riesce a toccarmi
18/11 | di | autore





mi manchi....

Pensieri

Mi manchi amore
mi manca la tua allegria
ed il tuo mancato senso dell'umorismo
mi manca tutto di tè
i tuoi occhi
il tuo naso
il modo che avevi di sistemarti i capelli
il modo in cui guardavamo il cielo
fà male dircelo
ma sopravviverò e tù?
18/11 | di | autore





stereo notte in pratica

Poesie

stereo notte in pratica
le mutande sono appese ad asciugare da giorni
sotto una pioggia battente
e col dente che si fa la differenza
come una gonna che ci appoggia in mille statue
di velluto marrone
18/11 | di | autore





Incontro con l'agente

Racconti

Intingo l'ennesimo grissino nel vasetto di senape di Dijon, forte, e lui mi dice, "Questo è il meglio che hai saputo fare?"
Io metto tra i denti il grissino e sgranocchio. Lui dice, "Sei sicuro di essere uno scrittore?"
16/11 | di | autore





Notte d'inverno

Poesie

Cammino per la strada, limpida lingua gelata
si infila dentro di me passando dalle viscere
arrivando nel sangue come un lungo sorso di whiskey.
17/11 | di | autore





DEA VAGINA

Poesie

Bocciolo di rosa
che al sole si schiude,
enclave di rugiada
da cui attingere,
crepaccio flessibile,
caderci é l'obbligo,
arcano dirupo
casa dell'oblio,
scogliera improvvisa
per onde furibonde.
Inizio e fine...
17/11 | di | autore
| (0) | (13)





Neve Calda

Appunti di viaggio

Un timido chiarore all’orizzonte inizia a ricacciare indietro le ombre della notte, mentre la neve fiocca copiosa in questa fredda mattinata di fine gennaio.
Sono da poco passate le 6:30 del mattino e mi trovo per la strada, come ogni giorno, a camminare verso il bar dove normalmente faccio colazione. Non c’è niente di più confortevole, nei freddi mattini d’inverno, che entrare in un accogliente bar riscaldato dai vapori della macchina per l’espresso, ordinare un cappuccino ed inalarne il profumo tenendo la tazza fra le mani per riscaldarsi un po’.
15/11 | di | autore





..CIAO..!!!

Appunti di viaggio

volevo ringraziare, blake le sue parole mi incoraggiano molto!!!
volevo sfogarmi per gli stronzi che incontro tutti i giorni :
da chi' ti ferisce ridendoti alle spalle, a chi' ti accusa di essere una persona prepotente e giuro di non esserlo!!
14/11 | di | autore





Bene. E' autunno e sono triste.

Pensieri

Mattino. Buio. Apro gli occhi. Di colpo. Che ore sono? È il primo pensiero. Quello che ti fa rendere conto se sia il caso o meno di svegliarsi. Se è troppo presto, si cerca di dormire ancora, se l’ora è giusta si sonnecchia un paio di minuti e poi si balza in piedi (o meglio, si cerca di balzare), se è tardi non ci si pensa due volte: si è subito in piedi, senza nemmeno rendersene conto, dopo una banale bestemmia. Ebbene stamane me ne fotto. Tanto è sabato e non si lavora di sabato. Almeno io non lavoro, magari qualcun altro sì… comunque mi tiro su. Sono le nove. Occhei.
14/11 | di | autore





mattina

Racconti

l'odore di femmina nella mia stanza, finalmente, dopo troppo tempo. o vissuto troppo male. quell'odore vivo che si ferma un po' a riempirti all'inizio del naso, e poi scende dolce in tutto il corpo e nella pancia e fino al culo.
14/11 | di | autore





Una volta

Racconti

Una volta sbronzarsi non faceva male come ora. Si, proprio cosi'. Andavi al bar, al supermercato, in qualsiasi rivenditore di alcolici con l'anima limpida ed immacolata. Ti mettevi davanti al bancone o sulle panchine di un parco e ingurgitavi litri e litri dlla splendida sostanza.
Birra, vino, rum, vodka, whisky, spumante, sambuca. Tutto scendeva con naturalezza. La gola era un vortice verso la felicita', verso la sbronza. Sapevi sempre che ti saresti ridotto a merda, ti saresti tirato stronzo da solo ocon dei compagni d'avventura. Potevano essere di tutti i tipi: tuoi carissimi amici, conoscenti, sconosciuti.
09/11 | di | autore





...pensieri...

Pensieri

Mi ricordo ancora della sua bocca calda
delle sue labbra carnose
mi proteggeva
e mi faceva sentire uomo allo stesso tempo
riscoprendo in mè una gioia infantile mai provata
il suo nome era Lorens
10/11 | di | autore





precedente - successiva

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126

Content Management Powered by CuteNews

 

# taccuino # bibliografia # biografia # video # foto/disegni # 5 brani # links # guestbook # forum # supporta!
Creative Commons License A cura di .:: GraficaMente.net ::. Altri siti di interesse culturale: Vinicio Capossela | Grande Fratello