home
# taccuino # bibliografia # biografia # video # foto/disegni # 5 brani # links # guestbook # forum # supporta!


Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle ultime pubblicazioni


Usa questo menù per muoverti all'interno del sito



Diffondi questo
bannerino sul tuo sito. Cliccaci sopra per vedere come fare.

Libera il Bukowski che è in te...



Add to Technorati Favorites

Add to Netvibes

Post
Ricerca avanzata

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /membri2/bukowski/cutenews/show_news.php on line 21

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /membri2/bukowski/cutenews/show_news.php on line 41

E CON UNO SCHIAFFO MORALE, T’ANNULLO PER SEMPRE.

Pensieri

Aumentare le percezioni.
Ho cercato di dissolvere ricordi e rimandi di dolori e pericoli.
Mi appiglio con lo sguardo a candele che bruciano troppo in fretta.
Cera sulla mia pelle
Cera che corrode e scotta.
Cera.
Copritemi il volto di essa.
Pupille incrostate e le palpebre fanno male a staccarsi.
Aperture corrotte per osservare un mondo di percezioni pungenti.
Resta silente la mia bocca socchiusa.
Dentro gli insetti costruiscono nidi neri armoniosi, ma marci.
Se mi puzza il fiato non č colpa mia.
Odore di morte in un silenzio in cui una goccia che cade suona di schiaffo..
Una guancia livida.
Stringo forte i pugni dentro le tasche.
Serro i denti.
Bruxismo di odio.
Adirata e sconfitta, mi hai gettata su un divano-letto e l’hai chiuso stretto.
Il mio mento contro il seno che soffia.
Il fiato stantuffa, senza conclusione.
Le ossa scricchiolano come ceppi nel camino pių lucente.
Cancella.
Cancella gli istanti.
Cancella quegli istanti.
Candeggia la mente.
Elimina i rumori del cervello.
La mia dignitā gorgoglia e freme.
Freno i miei istinti e lenta subisco, zittita.
Ed in un attimo perdo il timpano sinistro.
Sento l’aria squarciarsi.
Liquido.
Liquido.
Segnale di pericolo.
Secrezione al lobo.
Mi tappo le orecchie, come fossi fatta di lana.
Sensazione di acqua.
Testa sott’acqua.
Annaspo.
I rumori cambiano carattere.
Echi indistinti.
Dolore alla mascella, al timpano, all’occhio, al cervello.
Prognosi riservata.
E stupro all’anima.
Se tu mi uccidi, io sanguino.
Se tu mi uccidi, io resto immortale.
Ho annullato gli sguardi e le situazioni.
Ho depennato le parole.
Ho soppresso i ricordi.
Ma il timpano parla ancora.
Urla nel mio cervello, negli istanti meno opportuni.
Avevo riciclato le emozioni.
E le avevo bruciate.
Ora siedo in un nido di spine.
E resto a contarmi i fori sulla pelle liscia.
Croste attorno agli occhi, ma ora ti ho fottuto.
Ho annullato la tua figura.
Ho incenerito la presenza.
L’essenza dei giorni č solo dolore.
Ma ora ho lo sguardo alto, le spalle ritte, le gambe tese.
I miei occhi si sono risvegliati in un bagno di collirio mentale.
Ed ora, sono in grado di registrare le sensazioni.
E con uno schiaffo morale,
t’annullo per sempre.
18gen08
28/01 | scritto da | stampa | scrivi all'autore | autore





Nome:
E-mail: (optional)
Smile: smile wink wassat tongue laughing sad angry crying 



Inserisci il codice che visualizzi
Security Image



| Forget Me


Torna indietro

Content Management Powered by CuteNews

 

Creative Commons License A cura di .:: GraficaMente.net ::. Altri siti di interesse culturale: Vinicio Capossela | Grande Fratello | Saranno Scrittori