home
# taccuino # bibliografia # biografia # video # foto/disegni # 5 brani # links # guestbook # forum # supporta!


Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle ultime pubblicazioni


Usa questo menù per muoverti all'interno del sito



Diffondi questo
bannerino sul tuo sito. Cliccaci sopra per vedere come fare.

Libera il Bukowski che è in te...



Add to Technorati Favorites

Add to Netvibes

Post
Ricerca avanzata

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /membri2/bukowski/cutenews/show_news.php on line 21

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /membri2/bukowski/cutenews/show_news.php on line 41

SONO UN MORTO UBRIACO CHE CANTA AMORE

Pensieri

Prima di uscire di casa, per andare al lavoro, mi guardai allo specchio. Ero identica a lui. Lo stesso sguardo stanco. Le stesse occhiaie. Lo stesso malessere. La stessa pettinatura. Capelli neri, non pettinati, medio lunghi, con dei ciuffi davanti agli occhi. Dentro un cumulo di tristezza massiccia. Dei ciottoli grossi come pugni. Un’incudine animistica. Mi venne su il pianto in gola, in bocca. Sentii il sapore del mio sangue, del vomito. Risentii le stesse emozioni di due giorni prima. Le stesse scene. Navigli. Darsena. Porta Genova. La verità che scivola dalla mia bocca. Che si schianta sul cemento, insozzandomi le scarpe. Insozzandogli il viso. I miei occhiali da sole, che coprivano le mie emozioni. Maschera contemporanea. Post moderna. Sono un morto ubriaco che canta amore.
Morditi la lingua. Valentina, morditi la lingua. Imbarazzo, confusione. “Me l’aspettavo. Già l’avevo capito, si vedeva, Vale.”. Credevo d’essere di marmo. No, sono acqua. Mi mordo le mani. Sono agitata. Mi sento stupida. Mi sento come un bicchiere rotto. Mi sento come un cucchiaio piegato su se stesso. Gettatemi via. Non volevo. Non volevo. Perché il mio Dentro deve sempre decidere tutto lui? Gli osservo la maglietta. Gli osservo i piedi. Mi osservo le mani. Devo bere. Devo risciacquare tutto. Eliminare le prove. Candeggiarmi la lingua, il cuore, la fica. E già lo sapevo che sarebbe andata così. Masochista fino in fondo. Avevo già mille scuse per poter dire addio al mondo. Mi mancava giusto questa? No, ho imparato che, in fondo, non si risolve granché così. Anzi.
Il sole ci punta. È pomeriggio tardo. Il sole muore a Milano prima che in altre città. Il cielo abortisce di fronte a noi, mentre, con le mani che giocano alla cavallina, piango dietro questi occhiali enormi. Forse da fuori potrebbe sembrare una risata isterica. Magari potessi ridere. Ci salutiamo. Lui è buono. Lui mi capisce, perché sta uguale a me. Ma io non vorrei sentire certe vibrazioni. Stomaco sta calmo. Stomaco, buono. La serata scorre veloce, senza lui. Cerco di leggere a questo reading, ma sono troppo ubriaca. Mi sto logorando dentro. Non voglio più sentire nulla. Ma invece sento solo nausea. Anche il giorno dopo, passa veloce. Ma dentro si contorcono le spine del mio cuore di Cristo. Sanguino malessere. Fuori: la stessa ragazza vivace. Un ritorno in treno. Un ritorno fatto di nervosismo, di stomaco distrutto. Un ritorno fatto di corse al bagno a vomitare tutto. Un ritorno, che si conclude con la gettata finale, appena uscita dal vagone. Fino alle lacrime. Fino alla bile. Perdo sangue dal naso. Ho voglia di corrodermi per sempre. Ho voglia di sparire. Di spalmarmi sui binari, attendendo la folata finale di vento. Attendendo il rumore più atroce. Schiantarsi nell’aree.
Uscii di casa. Salii sull’auto. Era lunedì. Ed anche al lunedì, quando vuole, lo stomaco ti prende a calci in pancia. Mi accesi una sigaretta. Lavoro. Lavoro. Andiamo a morire. Lavoro. Guidai distrattamente, fino al cancello della ditta. Nella mia testa solo quelle immagini di sabato. Istantanee di tragedia. Dov’è finita Valentina?
21apr08
21/04 | scritto da | stampa | scrivi all'autore | autore





Nome:
E-mail: (optional)
Smile: smile wink wassat tongue laughing sad angry crying 



Inserisci il codice che visualizzi
Security Image



| Forget Me


Torna indietro

Content Management Powered by CuteNews

 

Creative Commons License A cura di .:: GraficaMente.net ::. Altri siti di interesse culturale: Vinicio Capossela | Grande Fratello | Saranno Scrittori