home
# taccuino # bibliografia # biografia # video # foto/disegni # 5 brani # links # guestbook # forum # supporta!


Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle ultime pubblicazioni


Usa questo menù per muoverti all'interno del sito



Diffondi questo
bannerino sul tuo sito. Cliccaci sopra per vedere come fare.

Libera il Bukowski che è in te...



Add to Technorati Favorites

Add to Netvibes

Post
Ricerca avanzata

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /membri2/bukowski/cutenews/show_news.php on line 21

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /membri2/bukowski/cutenews/show_news.php on line 41

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /membri2/bukowski/cutenews/inc/shows.inc.php on line 334

Devo scrivere.

Pensieri

Non un goccio ha lambito le mie labbra e l'unico catrame che ha massaggiato i miei polmoni è stato quello che tossiscono fuori i maledetti motori a combustione interna che intasano le strade come il colesterolo nelle arterie di un ciccione alcoolista; motori chiusi in metallo e vernice o in leghe sempre più leggere per regalare a tutti la sensazione di libertà. Rinchiuditi, accendi la condizionata e spingi forte sul pedale.
Se abbracci il palo potrai vivere libero gli ultimi istanti.
Il sole mi carezza la testa e il vento mi rinfresca i testicoli mentre un sorriso ebete mi taglia la faccia: guardo la mia donna come guarderei una bottiglia di torbato appena aperta.
I soldi in tasca, la donna accanto, la bottiglia piena, il buonumore che mi graffia il cuore e questo maledetto foglio bianco che mi raschia il culo. Storie come vermi si accapigliano tra i miei neuroni e rischiano di morire in mancanza di spirito.
No, non hanno il senso dell'umorismo e nemmeno io.
Il seno spinto sulla schiena mi rilassa e i vermi si vanno a nascondere dove non posso vederli, dove non posso sentirli ma lo so che stanno scopando, lo so che si stanno riproducendo e lo so che cresceranno finchè non sarò troppo marcio dentro da nasconderlo e verranno fuori, tutti assieme sarò divorato, Mangerò me stesso e berrò il mio sangue: spero solo di aver bevuto parecchio da averne ben poco, di sangue, per allora.
Quel giorno questo foglio bianco, questo foglio pulito, lindo e profumato, questo maledetto, fottuto foglio coperto di polvere non basterà e allora mi ricorderò della felicità di oggi e questà felicità sarà la disperazione nera dell'inchiostro che consacrerà questo bianco allo stronzissimo paradiso dei fogli che son serviti a qualcosa di buono e smetterà di raschiarmi il culo.
Ma tanto quel giorno sarà qualcos'altro a rodermi, la dolce gioia della disperazione, la cerezza della rabbia, la cieca consapevolezza dell'autodistruzione, in una sola parola, me.
23/09 | scritto da | stampa | scrivi all'autore | autore





Nome:
E-mail: (optional)
Smile: smile wink wassat tongue laughing sad angry crying 



Inserisci il codice che visualizzi
Security Image



| Forget Me


Torna indietro

Content Management Powered by CuteNews

 

Creative Commons License A cura di .:: GraficaMente.net ::. Altri siti di interesse culturale: Vinicio Capossela | Grande Fratello | Saranno Scrittori