home
# taccuino # bibliografia # biografia # video # foto/disegni # 5 brani # links # guestbook # forum # supporta!


Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle ultime pubblicazioni


Usa questo menù per muoverti all'interno del sito



Diffondi questo
bannerino sul tuo sito. Cliccaci sopra per vedere come fare.

Libera il Bukowski che è in te...



Add to Technorati Favorites

Add to Netvibes

Post
Ricerca avanzata

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /membri2/bukowski/cutenews/show_news.php on line 21

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /membri2/bukowski/cutenews/show_news.php on line 41

Un fremito di vita intensa nella societÓ che decade

Pensieri

Processione di figure vestite di stracci. Indumenti verde-marcio. Salgo su una palizzata, per osservarli meglio. Reggono icone russe. Il sole riflette l’oro dei decori. Madonne immolate, sguardi sospesi. Sospeso alla croce, Cristo nudo. Il pene Ŕ un pettirosso morto col capo reclinato. Guarda a terra i peccati suoi e del mondo. Una spina conficcata nel petto di piume tinte di sangue. In prima fila, l’effige di Hitler, innalzato al cielo, come uno spaventapasseri di paglia bruciata. Le guance scavate, il braccio alzato a simboleggiare potere, delirio e consumazione. Madallena rotola a terra, si strappa le vesti sul petto. Un seno molle scivola fuori, macchiando di latte il fango secco del terreno. Impreca se stessa e si sgualcisce i drappi della gonna, immerge le mani nella chioma scura e conficca le sue unghie nella pelle del cranio. Mani sporche di fango. I bambini succhiano semi di pesche. Grosse noci dure, prive di carne.
Odore di pesce fresco, mangiato di fretta con poco limone strizzato. Sotto il fico, un uomo piange. Poco pi¨ in lÓ, Sarah partorisce dalla sua vecchia vagina raggrinzita e dai grigi peli pubici, un bambino di muscoli duri. Abramo Ŕ uscito di casa con la Mercedes, a recuperare mignotte. Sento dentro me Oppressione salire di colpo, veloce. Le mie guance paonazze. Odore di terrore e di fine. Tra le fronde della foresta, intravedo i loro occhi meccanici. Videosorveglianza 24 h su 24. Nell’aria odore di polvere da sparo, forte e decisa. Dentro me, rintocca la morte ultima, quella che non concede il salto nella vita post morte. Un ragazzino mulatto mi tira un lembo della gonna. Sorride furbescamente e mi allunga una fiala. Medicine. Psicofarmaci. Sorrido a forza, allontanandolo con educazione. Ha una pistola nei pantaloni blu meccanico e dei segni di iniezione sulle braccia. Livido. Bianco e livido. Punzecchiato di morte. Mi allontano piano, mentre dalla processione sale un canto funesto. Lente le voci, monotone, musica a cappella priva di vita. Gregge nero. Cerco un riparo tra gli alberi fitti. Corro veloce nell’odore umido della pioggia appena fugata. Tutto Ŕ ombra, a parte qualche sprazzo di luce che esplode tra le cime degli alberi. Cado. Pesto il muso sulla terra morbida. Il mio naso si riempie di bosco e lombrichi. Sputo, mi gratto, getto via i vermi e ricomincio a scappare. Sento un rumore veloce di lato, come il sibilo di una lancia o di un dardo. Un ragazzo accanto a me. Negli occhi la stessa inquietudine. Mi raggiunge e mi trascina via. Il canto nefasto della folla Ŕ lontano ormai. La foresta ci avvolge, ovattandoci l’anima, mentre il fiato inizia a mancare pericolosamente. Il cuore in gola. Vomito il cuore. Il ragazzo mi trascina a sÚ, contro il suo petto. Violentemente. Comprime il suo sguardo nel mio. Ci buttiamo a terra e ci amiamo animalescamente. Un fremito di vita intensa nella societÓ che decade.

Subito arrivarono le guardie nere e ci bruciarono abbracciati nella stanza degli aborti.
22mag08
22/05 | scritto da | stampa | scrivi all'autore | autore





Nome:
E-mail: (optional)
Smile: smile wink wassat tongue laughing sad angry crying 



Inserisci il codice che visualizzi
Security Image



| Forget Me


Torna indietro

Content Management Powered by CuteNews

 

Creative Commons License A cura di .:: GraficaMente.net ::. Altri siti di interesse culturale: Vinicio Capossela | Grande Fratello | Saranno Scrittori